Filosofia

LEGGIMI: ti ruberò soltanto 5 minuti

La fotografia è un’arte democratica, tutti fanno click ma pochi sono artisti

Oliviero Toscani

Mi capita di parlare con persone che strabuzzano gli occhi quando dico che non partecipo a fiere di settore, che non ho una brouchure cartacea da lasciare in giro (al massimo qualche volantino) e che, per scelta, ho realizzato una piccola selezione di prodotti stampati.

Se avete letto il mio “about me”, ho scelto di essere coerente nel mio lavoro rispetto ai principi con cui vivo la mia quotidianità: è importante, per me, che tu legga quanto segue, ti farà comprendere alcune mie caratteristiche, definite da qualcuno “stranezze”.

Siete voi a scegliere. Non amo chi insiste cercandoti di vendere un prodotto o un servizio, chi ti inserisce in una odiosa mailing list per il sol fatto di aver richiesto un preventivo, chi ti assilla con telefonate facendoti perdere tempo nel vano tentativo di convincerti. Il servizio fotografico non è vitale, non lo ordina il medico e nessuno vi obbliga a questa esperienza. Siete voi a scegliere, siete voi a decidere, siete solo voi a poter valutare a quale fotografo affidare i vostri ricordi o la vostra immagine bussiness. Ricevute le informazioni o il preventivo, non vi assillerò: non è per menefreghismo, ma voglio lasciarvi liberi di ragionare e decidere.

Less is more: in passato scattavo molte più immagini, che si trattasse di un servizio fotografico per un cliente o per me stessa…per poi ritrovarmi tra le mani un ventaglio di fotografie tutte simili e salvarne 1/10! Anche se siamo abituati all’abbondanza, ritengo che la qualità sia più importante rispetto all’avere “tanto”: meglio avere meno foto che dicano qualcosa piuttosto che mille fotografie simili e non curate…che non dicano nulla!

I ricordi si creano con il tempo. Voglio che il servizio fotografico sia un’esperienza emozionale e personale: per questo cerco di non limitare la durata dei miei shooting (se non per ragioni organizzative, nel pieno rispetto della vostra privacy e di chi verrà dopo di voi). Ci prenderemo il giusto tempo in base al servizio fotografico da voi scelto; in fase di lavorazione (postproduzione) dei files, mi prenderò il giusto tempo per pensare, guardare, scegliere e lavorare. Non sono una fotografa “da 48 ore” che consegna tutto e subito.

Personalizzazione. Voglio far tesoro di quanto ho imparato in questi anni come professionista: non avete tutti le stesse esigenze e prevedere proposte che possano soddisfare chiunque è impensabile. Ci ho provato e non ha funzionato. In base alla vostra richiesta, riceverete delle proposte personalizzabili: non abbiate timore a spiegarmi senza tecnicismi ciò di cui avete bisogno o a indicarmi un budget… non sono qui per giudicarvi.

Be Green: sostenibilità. Una scelta che può portare al mio suicidio come libera professionista…ma scelgo di non obbligarvi a tornare in studio per ricevere i vostri files. Non mi interessa cogliere l’occasione di rivedervi per vendere… “Hai perso un’occasione di vendita” direbbero i colleghi. Amen. Preferisco rivedervi perchè vi siete trovati bene e mi riscegliete piuttosto che farvi scappare propinandovi prodotti a cui non siete interessati; se vorrete realizzare stampe e album con i miei fornitori, sarò felice di aiutarvi a scegliere il miglior prodotto per voi. Non riceverete packaging elaborati, scatole di plexiglass per quanto eleganti: negli ultimi anni, tante sono state le persone che mi hanno richiesto l’inoltro via mail dei files perchè impossibilitate a toranre, magari perchè lontane. Materiale che è andato buttato, sprecato… per questo prediligo materiali ecosostenibili per il vostro packaging e, se vorrete rinunciare preferendo solo l’inoltro online, per ogni servizio devolverò una quota in beneficenza.

Non solo sorrisi. Tutti abbiamo foto dei nostri sorrisi, ma pochi sono disposti a mostrare il rovescio della medaglia, a mettersi a nudo. Non è detto che il servizio fotografico possa sollevare lati emotivi così forti da farvi scendere una lacrima, ma non è detto il contrario: alcuni servizi proposti hanno proprio una funzione introspettiva, non temetela. Se i vostri bimbi piangono, non vi preoccupate. Se vi arrabbiate, non sentitevi in imbarazzo. E’ normale.

Fotografia posata…vade retro. La prima cosa che le persone mi dicono quando entrano in studio è “non sono fotogenica/o”, la seconda è “detesto mettermi in posa”. Bene. Ho scelto di realizzare proposte diverse che porteranno a risultati completamente diversi e in cui la possa, quando c’è, è solo un punto di partenza per mettervi a vostro agio, per correggere la postura e rendere più armoniosa l’immagine: dalla posa alla spontaneità, il passo è più breve di ciò che pensate!